Questo sito utilizza i cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Navigando su questo sito inoltre vengono scritti e/o letti sul tuo browser anche cookies gestiti da terze parti. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

LOGO

Piazza Jamaa El Fna – Marrakech, 23 gennaio 2011

Attraverso i vicoli, nel luogo d'incontro della città, cuore della Medina, dove la popolazione e i turisti si mescolano fra le bancarelle, gli artisti di strada, il frastuono e le griffe.

Circa tre mesi dopo, nella stessa piazza, il cui nome significa 'Raduno dei morti', un'esplosione uccide 16 persone e ne lascia venti ferite in modo grave.

 

LOGO

Jamaa El Fna square – Marrakesh, 23rd January 2011
Through the lanes, in the meeting point of the town, the hearth of the medina quarter, local people and tourists mix among stalls, street artists, hubbub and griffe.
Three months later, in the square which name means ‘The Assembly of Death’, a blast killed 16 people and seriously injured another 20.

 

 

Piazza Jamaa El Fna – Marrakech, 23 gennaio 2011

Attraverso i vicoli, nel luogo d'incontro della città, cuore della Medina, dove la popolazione e i turisti si mescolano fra le bancarelle, gli artisti di strada, il frastuono e le griffe.

Circa tre mesi dopo, nella stessa piazza, il cui nome significa 'Raduno dei morti', un'esplosione uccide 16 persone e ne lascia venti ferite in modo grave.

 

LOGO
Jamaa El Fna square – Marrakesh, 23rd January 2011
Through the lanes, in the meeting point of the town, the hearth of the medina quarter, local people and tourists mix among stalls, street artists, hubbub and griffe.

Three months later, in the square which name means ‘The Assembly of Death’, a blast killed 16 people and seriously injured another 20.